La base etica: il codice C.A.R.E.

PREMESSA

Questo autoregolamento, come si può intuire dalla definizione stessa, vuole dare all’imprenditore / agricoltore / commerciante delle linee guida da seguire per evidenziare trasparenza e professionalità dedicate al settore ed al consumatore.

Essendo dunque un auto-regolamento tutti i partecipanti ed aderenti sono invitati all’osservazione delle regole per sé stessi ed al monitoraggio dell’operato di tutti i membri che vorranno aderire.

Regolamentazione per il commerciante di Cannabis

I CAMPI CONTRASSEGNATI CON L’ASTERISCO SONO OBBLIGATORI SULL’ ETICHETTA SUL PRODOTTO

BASI ETICHE

  • Utilizzare un nome del prodotto (e della azienda) che non sia ingannevole nella destinazione di uso attualmente permessa dalla legge.
  • Vietata vendita ai minori di 18 anni ed evitare packaging che possano attirare minori

Indicazione di provenienza e tracciabilità

  • Indicare il luogo* ed i metodi di coltivazione*
  • Indicare la data di raccolta del prodotto*
  • Indicare il nome del produttore e dell’eventuale distributore*
  • Indicare il numero del Lotto, il peso complessivo del prodotto e la varietà di semente usata, allegando nel foglietto illustrativo scansione del cartellino originale.*
  • Indicare il Metodo di essiccazione e le modalità di preparazione del prodotto (sul foglietto illustrativo e/o sul sito web del prodotto)

Indicazione di sicurezza

  • Indicare sull’etichetta la destinazione d’uso normata dalle Legge 242/2016 – Uso a fini di ricerca e/o sviluppo* (Valido solo per il mercato odierno della cannabis industriale)
  • Indicare di non ingerire, non inalare, non assumere in alcun modo il prodotto.* (Tutela preventiva per il consumatore e per l’azienda secondo l’incompleta legge 242/2016)
  • Indicare che il prodotto non è un farmaco, né può essere usato in sostituzione di farmaci o per scopo terapeutico, sia sull’etichetta che nelle pubblicità*
  • Indicare di tenere fuori dalla portata dei bambini, prodotto riservato ai maggiorenni*.
  • Indicare in etichetta le percentuali dei cannabinoidi THC e CBD e/o il numero del rapporto di prova e/o una sua sintesi, allegando le intere analisi, svolte tramite Cromatografia liquida – spettrometria di massa ad alta risoluzione HPLC-MS, nel foglietto illustrativo e/o sul sito web eventuale del prodotto*.
  • Allegare nel foglietto illustrativo o sul proprio sito web le seguenti analisi:
    1. Sicurezza generale: Profilo microbiologico completo comprensivo di muffe (costo indicativo 80-100 euro)
    2. Sicurezza sostanze nocive: profilo metalli pesanti (costo indicativo 40-50 euro)
    3. Sicurezza pesticidi: analisi multiresiduale (costo indicativo dai 150 ai 300 euro, dipendente dal laboratorio)
    4. Sicurezza Micotossine: – analisi micotossine (costo indicativo 100 euro per le principali b1,b2,zearalenone, ocratossina A, ecc) 5) Analisi terpenica in SPME e GC-MS (tecnica che rileva la reale fotografia del fitocomplesso) ATTENZIONE: Pur non essendo obbligatori da indicare in etichetta, questi ultimi requisiti rimangono fondamentali ed importante la pubblicazione delle relative analisi.
  • Indicare nel foglio illustrativo che il contenuto totale di THC, che può essere rilevato tramite eventuali successivi controlli, viene calcolato come la somma tra il contenuto di THC-A moltiplicato per 0,877 e sommato al contenuto netto di THC. (Formula: THC TOTALE= (THC-A x 0,877) + THC )
  • Indicare di non separare il contenuto dalla confezione e dai foglietti illustrativi e di non trasportare confezioni aperte. Indicare che la detenzione o la separazione del contenuto dalla confezione con un uso diverso da quello indicato per legge può comportare controlli ed accertamenti previsti dal DPR 309/90 e che l’assunzione potrebbe provocare positività ai test per il THC previsti dalla 309/90 e dall’Art. 187 del C.D.S. (Valido per le attuali leggi proibizioniste)